New split 7″ Insomnia Isterica / Exenteration out now!!!

Hi there!

We are very happy to announce that our new split 7″ with Exenteration is out now!
This is our 18th release (I guess…), 6th split 7″ and, more specifically, the 2nd one with another Swiss band after Embalming Theatre. It’s nice to see that also in our tiny Switzerland grindcore is still alive and a serious threat to inner peace.

Thanks a lot to the friends who helped us out:
Marco of Zas Autoproduzioni, Sam of Eastern Blasting Crew, Mänu of Dirt-Fi Records (ex Exenteration bass player) and of course our own labels OMS (by Nagel), Primal Records (by Ray) and ourselves L’è Tütt Folklor Records (it’s healthy to thank yourselves sometimes…).

Write us an e-mail at insomnia_isterica at hotmail dot com or on facebook https://www.facebook.com/insomniaisterica and buy this piece of cow shit for 5 CHF / 4 €uros.

Please note that the other labels will receive their copies in the next few days.

Cheers and keep it dirty!

Attila & IAxIA & LTFR

PS: Soon we’ll upload our songs on bandcamp.

Split exent outnow

Advertisements

Upcoming IAxIA gigs + New Gokurtrussell gig

Uela!

Gli scorsi weekend ci siamo divertiti mica male a suonare e abbiamo avuto modo di proporre diversi nuovi pezzi che andranno a finire sui prossimi dischetti.

Tanto per continuare a rompere le balle vi ricordo i prossimi appuntamenti fra cui una data bomba con Gokurtrussell:

 

 

Non male, eh?!

Uscite di casa ed evitate i carnevali che è meglio!

Alègher!

 

ATB

 

31 luglio 2010 alla Reitschule di Berna

Uetti!

Sembra che oggi sia un po’ meno afoso e quindi mi sento un pelino più intraprendente rispetto agli ultimi periodi.

Sabato 31 luglio casino con i Controcazzi più Maiuscoli del mondo a Berna con Exenteration e Firebreather! Sarà di certo una grandissima serata di amore hippy e sconforto alcoolico approfondito ma non dobbiamo avere paura perché il nostro merlot grind ticinese vince su tutto!
Speriamo ovviamente anche nella presenza di qualche soci da merda per incrementare il piacere. In merito a questo, seguite QUESTO link e il seguente che vi viene proposto… Potrebbe essere una cosa interessante da adottare durante i concerti specialmente per Fafo…

È finalmente disponibile la split tape con i malatissimi Psychotic Sufferance dopo cataclismi vari e finale “presa in mano della situazione” dell’ Atillllla per rendere disponibile questo bellissimo puffo tutto blu. Ci sono davvero poche copie quindi se siete interessati, fatemi sapere al più presto.

A presto!

ATB

13 marzo con Agathocles @ SAS Delémont! – Revanche e cable di ferro attorno al suo collo…

Era da parecchio che non scrivevo di qualche buon film e forse ce ne voleva proprio uno come questo per farmi tornare la voglia di portare qualche consiglio.
“Revanche – Io ti ucciderò” è un film davvero appassionante e crudo e riesce a coinvolgere con le sue passioni e i suoi peccati.
Si divide essenzialmente in due parti distinte da più aspetti quali l’ambientazione, i personaggi, il registro dei dialoghi. Se dapprima ci troviamo in città (Vienna) e assistiamo alla classica situazione vissuta da puttane, papponi, tiretti di coca, ecc., veniamo poi catapultati mediante una rapina mezza riuscita nella realtà rurale e apparentemente “pulita” e pudica della campagna austriaca.
L’amore e le donne in generale la fanno da padrone e giocano il ruolo di motore narrativo che spingerà il protagonista a compiere il male e il bene, anche se mitigato comunque da un’esigenza personale.
La dolce e religiosa signora di campagna riprende il ruolo di puttana da tradimento spinta comunque anch’essa da una necessità specifica per aiutare il marito poliziotto che suo malgrado si troverà da metà film ad essere una specie di antagonista “positivo” “passivo” a sua insaputa e a causa della sfiga della vita.
Il caro nonno diventa l’ancora di salvezza per lo sbandato e disperato protagonista che ritroverà nella semplicità (forse) alla fine un nuovo motivo per vivere o perlomeno per sopravvivere e conservare quel poco che ancora rimane.
Da vedere e gustare anche se non lascerà contenti e felici, anzi, rimarrà solo il vuoto, la disperazione della perdita e l’inganno nascosto da fini procreativi.

†††††††

Cable“Northern Failures”

Tanto per non abbandonare gli ampi spazi agorafobici, vi propongo un bellissimo album del 2001. Fra di noi al locale non ne abbiamo mai parlato e non credo di averli mai proposti prima, quindi godeteveli al massimo. Poi, se già li conoscete fa niente, io c’ho provato. Chitarre sporcaccione, voci allegre e un bel fondo di suoni che, miscelati fra loro, provocano un notevole piacere uditivo. Non sono per niente ripetitivi e riescono a sfruttare la potenza del groove con continui cambi di tempo non disdegnando dolci accelerazioni e disegni ambientali frammisti qua e là. Vi piaceranno.

†††††††

Sabato allegria folkloristica nel Canton Jura con Agathocles e Exenteration e a seguire nelle prossime settimane altri bei concertini per tutti i pirla a cui piace il casino.