risposta ad una domanda pseudo politica…

dal forum di whitemetal.it.
Mi è sembrato interessante incollare e condividere qui questa mia risposta. Non so quanto possa interessare, di fatto non interessa a me…

[quote=”christian.k”]in che senso attila? :mrgreen: seriamente…mi interessa sapere che ne pensi se hai voglia[/quote]

sarebbe un discorso davvero lungo e complesso da fare per iscritto. fatto sta che l’odio per ogni forma di stato e assembramento pseudo etico-morale mi è rimasto e mi ha portato ad una misantropia con cui mi devo seriamente confrontare giorno per giorno; a volte mi piace perché mi permette di fare delle riflessioni davvero complesse, articolate e “belle”, altre volte è però opprimente perché ti incita ad una sottospecie di odio recondito anche verso il povero pinco pallino di turno. una volta credevo nell’uomo, ci vedevo un potenziale mal o – non del tutto – sfruttato, ora vedo solo tombe vuote nell’attesa di ricevere corpi inutili. la fede mi ha salvato e mi salva tutto’oggi da questi pensieri e riflessioni lugubri che attanagliano il mio vivere quotidiano e notturno; l’insonnia, l’alcoolismo combattutto e tutto il resto non sono che un risultato di continue constatazioni di inutilità della stessa natura umana. perché l’uomo continua a rigettare dio? è l’unico che può trasformare un “oggetto” inutile in arnese fine ed utile. spesso capita che fede e ragione cozzino come due navi da guerra in pieno mare, eppure la fede plasma, trasforma ed adegua la ragione che nulla può contro il potere infinito della vittoria di cristo sulla croce. per questo non ho paura, per questo me ne fotto della realtà umana a cui ho deciso non partecipare o di partecipare solo in parte. non ci si sforza ad essere misantropi ed a rigettare ogni forma di umanità inutile, è una semplice condizione di esistenza, di vita, di vissuto “vissuto” e che verrà. Questo non deve mai prevaricare la fede che, come già detto, resta ferma e potente e protegge dal cadere troppo a fondo. Personalmente non provo odio fine a sé stesso, provo amore per i miei fratelli; non mi sento di certo superiore, anzi!; non ritengo di avere le risposte adeguate alla risoluzione della “res publica” né tantomeno penso di avere in serbo la voce della verità; ciò che penso e faccio è semplicemente rigettare ogni forma di governo, potere costituito et similia per il semplice motivo che non credo nell’essere umano, non credo nelle sue “buone” (?) intenzioni. prima il mio pensiero anarchico era molto legato ai grandi filosofi che nel corso dei loro studi hanno “sperimentato” riflessioni sui più svariati aspetti del vivere in società. anch’io dunque credevo nel vivere sociale nella società sociale, ora non lo credo più. lascio le cose a sé stesse, lascio che le stesse seguano il loro corso e, in poche parole, chissenefotte! So che è un discorso poco coerente per alcuni, strampalato per altri, stupido, imbecille e cinico per altri ancora, ma vivo in questa condizione e la mia reltà è questa. non posso evidentemente combatterla, maledirla, posso solo cercare di evitare di fare del male ulteriore e di trovare la strada della gioia e della vittoria che risiede solo in gesù. Questo è quanto. Forse non ho risposto alla tua domanda nel modo più appropriato, ma le parole mi sono uscite da sole…

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s